Il laboratorio segue,  nei diversi aspetti di ricerca, formazione e servizi, le tematiche dell'ambiente e del colore, con riferimento all'ambito tessile e serico in particolare.

L'impegno per affrontare tali problematiche si è sviluppato nei seguenti gruppi di attività, per ognuna delle quali si riportano di seguito esempi svolti e prospettive possibili:

 

Analisi di alcuni processi tessili e possibili interventi per la riduzione del carico ambientale:

  • monitoraggio spettrofotometrico di bagni tintura per riduzione difetti (Spec2Tex)
  • marcatura NIR di difetti per ridurre contenzioso confezionisti (MID)

Progetto Spec2Tex: sonda per il monitoraggio di processi di tintura tramite misurazione spettrofotometrica del colore, del pH e della conducibilità.

Progetto Spec2Tex: sonda per il monitoraggio di processi di tintura tramite misurazione spettrofotometrica del colore, del pH e della conducibilità.

Progetto MID: marcatura di difetti con sistemi innovativi (sostanze e rilevazione nel vicino IR )

Progetto MID: marcatura di difetti con sistemi innovativi (sostanze e rilevazione nel vicino IR )

 

Sistemi di depurazione innovativi (AOP)

Progetto ADOPBIO: impianto pilota per il trattamento di acque reflue con sistema combinato di Processi Chimici di Ossidazione (UV/H2O2) e biologico avanzati, con l'obiettivo del riutilizzo delle acque.

 

Progetto ADOPBIO: impianto pilota per il trattamento di acque reflue con sistema combinato di Processi Chimici di Ossidazione (UV/H2O2) e biologico avanzati, con l'obiettivo del riutilizzo delle acque.

 

 

 

Materiali tessili e inquinanti atmosferici

L'indoor pollution è oggetto di ampi studi che ne sottolineano l'influenza sulla salute dell'uomo. I materiali tessili sono importanti costituenti degli ambienti in cui viviamo e, in dipendenza dalla loro struttura chimica e fisica, hanno interazioni di diverso genere con gli inquinanti atmosferici.

Progetto ANNETTE: valutazione dell'attività fotocatalitica di tessuti con finissaggi a base di TiO2 nanostrutturato preparati nel nostro laboratorio con metodo sol-gel.

La Divisione Seta di Innovhub ha svolto la funzione di coordinatore del Progetto Annette, ANalysis NETwork for TExtile, cofinanziato da Regione Lombardia, con il coinvolgimento dei principali centri di ricerca e servizi e delle associazioni industriali in ambito tessile del distretto Como-Varese. Gli obiettivi del progetto sono stati lo studio e sviluppo di tecniche e metodi innovativi in risposta alla sempre rinnovata richiesta di  analisi standardizzate di laboratorio nel settore tessile e la costituzione di un network di laboratori pubblici e privati  che supportino l'erogazione di questi servizi, di nuove analisi, originariamente non disponibili, per l'intera filiera tessile Lombarda. Come atto conclusivo pubblichiamo una breve relazione tecnica mentre per approfondimenti di carattere tecnico si consiglia di fare riferimento ai responsabili di cluster. 

Scarica la relazione  (pdf. 1617 kB)                                       

                                                                          

 

Metodi di analisi di laboratorio

  • Analisi su tematiche ambientali.
    I cambiamenti correlati all'evoluzione delle normative ambientali, della sensibilità del mercato e dei composti chimici impiegati nei cicli produttivi portano all'esigenza di disporre di metodi analitici in grado di determinare la quantità di specifici analiti presenti su manufatti tessili.
    Tra i compiti della Divisione è quindi anche quello della messa a punto di metodi di analisi di laboratorio applicati a matrici di interesse tessile, sia su fibre che su acque reflue, soprattutto per le esigenze del settore serico. Significativo il caso di particolari alchilfenoli etossilati, nonil- e ottil-, il cui uso è proibito in Europa ma che a volte si trovano in prodotti di provenienza extra-CE. Il nostro metodo di analisi, in HPLC con detector fluorimetrico, non disponibile come norma, ci ha consentito di rispondere ad una pressante esigenza commerciale.
  • Analisi sui materiali.
    In laboratorio sono state recentemente introdotte tecniche strumentali adatte allo studio di alcune importanti caratteristiche di materiali che in ambito tessile sono considerati applicazioni evolute. Siamo quindi in grado di determinare alcune proprietà di superficie, come area e porosità mediante micro-porosimetro e morfologia alla nano-dimensione mediante microscopio a forza atomica, ma anche proprietà macroscopiche come il comportamento in spettroscopia in riflessione e trasmissione nel campo UV,visibile e NIR. Possiamo infine determinare alcune proprietà funzionali come l'angolo di contatto, in relazione a modifiche dell'idrofilia delle fibre , e le capacità fotocatalitiche, in relazione alla reattività verso sostanze di interesse (inquinanti in aria contro indoor pollution; macchie depositate sul tessuto per effetto self cleaning).

Laboratorio solidità del colore

Nel laboratorio si effettuano test per valutare la resistenza del colore dei tessili di tutti i tipi e in tutte le forme ai trattamenti che possono subire durante le operazioni di manutenzione, il normale ciclo di utilizzo o il processo produttivo. Spesso i test vengono richiesti a seguito di difettosità riscontrate in fase di manutenzione. I materiali sottoposti ad analisi sono fili, filati e tessuti. Le ricerche in corso di svolgimento hanno il principale obiettivo di incrementare le performance di solidità con fondamentale contributo al miglioramento della qualità dei prodotti.

Esperti del laboratorio sono coinvolti nelle commissioni tecniche UNI che si occupano di sicurezza di prodotti tessili e di valutazione di materiali fotocatalitici.

Normazione e circuiti interlaboratorio

Gli esperti del laboratorio collaborano alle attività  di normazione mediante la partecipazione  a diversi gruppi di lavoro presso UNI Il laboratorio partecipa al circuito di test interlaboratorio Labintex.

 

Responsabile del Laboratorio

Gian Maria Colonna

gianmaria.colonna@mi.camcom.it